Continuano le testimonianze sul Servizio Civile! Dopo la riflessione della nostra consorella Elisa pubblichiamo con altrettanto piacere anche le parole scritte da Silvia che ha vissuto questa esperienza proprio con Elisa ed Alessia.

Roma, 13 settembre 2018

A volte la vita ti regala sorprese inaspettate. Se qualcuno, appena undici mesi fa, mi avesse detto che mi sarei trovata a trascorrere intere giornate dentro una divisa dai colori improbabili (almeno per me, che sono sempre stata una tipa più da total black che da giallo e ciano), con le labbra coperte non dal rossetto ma solo da un sorriso… beh, avrei stentato a crederci. È stato un anno di crescita personale, spirituale, e professionale. Un anno in cui ho avuto l’occasione di abbracciare un mondo che non immaginavo nemmeno esistesse, di cogliere in uno sguardo stanco ma soddisfatto tutta la felicità dell’universo. È stato un anno ricco di avventure, di viaggi, di nuove amicizie, di gioie inaspettate e sorrisi sinceri. Ma anche di sacrifici, di stanchezza, di occhiaie perenni, e sonno mancato. Un anno in cui bisognava perdersi, per ritrovarsi.
E alla vecchia me, che appena un anno fa aveva paura di sporcarsi le scarpe di fango, oggi dico: “sei capace di cose grandi, dovevi solo scoprirlo!”.
E allora buon ultimo mese a noi, che siamo entrate da quella porta da colleghe e ne usciamo da volontarie, complici e amiche. Questo è solo l’inizio! 💛💙

Silvia R.

Cara Silvia, anche a te rivolgiamo i nostri ringraziamenti per quello che ci hai dato e ti rivolgiamo lo stesso augurio

AD MAIORA SEMPER!

 

Categorie: News

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *